ASPETTANDO IL VERO AMORE

2013-10-08

“Io amo davvero Agata, e lei ama me. Perchè la sola presenza di questo amore non è sufficiente a darci il diritto di avere rapporti sessuali? Perché dovremmo aspettare fino al matrimonio?” (Pietro, 19 anni)

 

 

Caro Pietro,
per capire perché dovreste aspettare, prima pensa a quello che Dio vi dice riguardo all’amore e al sesso. La sua idea riguardo a questi argomenti si differenzia molto da quella dei nostri tempi moderni e pagani. Gli antichi adoravano gli dei e le dee del sesso. Anche oggi puoi vedere un vero e proprio culto del sesso. Ti basti pensare alla varietà di materiale pornografico, sexy shop, nightclub, ecc… Molti scrittori di riviste popolari stanno inculcando ai giovani l’idea che il piacere sessuale e la sua più intensa esperienza sono le cose più importanti. La loro “moralità” va più o meno in questo modo: se sei fisicamente capace di far sesso, godi di questo piacere il più possibile. Se solo ne senti il bisogno e ne hai l’opportunità, puoi soddisfare i tuoi desideri sessuali senza paura delle conseguenze. Chiunque con chiunque. In qualsiasi modo. Ad ogni occasione. Questi scrittori non solo rifiutano gli insegnamenti di Gesù riguardo all’amore e alla sessualità umana, ma rendono anche perversi questi valori, li deridono.
 
Come persona libera tu sei perfettamente autorizzato a rifiutare i comandamenti. Puoi scegliere di credere a tutti quelli che si prendono gioco di quello che il nostro Dio amorevole dice riguardo al sesso. Ma prima devi darti una risposta alla seguente domanda: c’è nessun logico argomento che smentisca la verità di quello che le Sacre Scritture hanno da dire riguardo all’amore e alla sessualità umana? La Scrittura ci dice: “chiunque rifiuta questo, non solo rifiuta l’autorità umana, ma Dio stesso” (1 Tes 4,8). Cosa ci insegna la Sacra Scrittura riguardo al sesso? Dal libro della Genesi (1, 27-28) impariamo che il sesso e la sessualità vengono da Dio, e costituiscono parte vitale della nostra umanità. Il nostro Creatore ha voluto che l’atto sessuale fosse: 1) un’espressione di amore nel matrimonio, 2) il luogo nel quale Lui crea ogni essere umano, 3) una fonte di gran piacere per le coppie sposate. Il sesso e la sessualità sono stati creati e donati da Dio. Non c’è niente di male in questo dono. Il desiderio fisico per il sesso opposto, andare in cerca di un’unione fisica, e del piacere che c’è nell’atto sessuale, fa tutto parte del piano che Dio ha creato su di noi. In sé stesse, queste cose sono buone.
 
Se guardiamo al sesso dal punto di vista biologico, possiamo vedere che i corpi dell’uomo e della donna sono costruiti in modo da poter realizzare l’unione dello sperma con l’ovulo, e creare così una nuova vita. L’atto sessuale è luogo della potente presenza di Dio. È qui, nell’unione fisica di un uomo e di una donna, che Lui può creare una nuova persona. Per questa ragione, le Sacre Scritture denunciano severamente le relazioni omosessuali, la sodomia, e altre perversioni sessuali. Queste vanno infatti in direzione opposta alle regole basilari della biologia – la funzione procreativa del sesso. L’unica forma lecita di unione sessuale, secondo la Bibbia, è quella tra un uomo e una donna uniti nell’indissolubile vincolo del matrimonio (Mt 19,3-9). Naturalmente, non ogni atto sessuale fa nascere una nuova vita, ma Dio desidera anche che l’unione sponsale esprima profonda intimità e totale unità nell’amore, così che marito e moglie possano diventare un solo corpo.
Pietro, dovresti sapere che un matrimonio è considerato valido solo quando è stato consumato dal punto di vista sessuale. Sappiamo dalla Scrittura che l’elemento più importante non è il piacere sessuale, ma l’amore e la maturazione di una persona nell’amore. Tutto dev’essere soggetto a questo processo di maturazione nell’amore, e ciò include anche la sfera della sessualità. Tutti i tuoi impulsi e desideri di unione fisica con Agata sono segno che sei normale! Tuttavia questa energia dev’essere indirizzata verso la legge dell’amore; altrimenti, diventerai suo schiavo. Devi realizzare che le persone che ignorano la legge dell’amore (cioè i comandamenti), e cercano sempre di soddisfare il loro piacere sessuale, diventano schiavi ogni volta che sentono questo desiderio. Tecnicamente parlando, questa è chiamata dipendenza sessuale. Le persone che sono state rese schiave del piacere sessuale, saranno egoisticamente focalizzate solo su loro stesse. Cercheranno di soddisfare le loro urgenze in tutti i modi più raffinati. Forse sei a conoscenza dei tipi di prestazioni sessuali che molti autori e scrittori di rubriche sul sesso in riviste come “Bravo” consigliano ai loro lettori di mettere in pratica. Stanno semplicemente demoralizzando i loro lettori, insegnando loro ad essere egoisti e schiavi del sesso. Come chi spaccia droga, creano gravi danni ai giovani. A queste persone Gesù dice: “Guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!” (Mt 18,7).
 
Pietro, tu e Agata avete un’opportunità per maturare nell’amore, e dunque di prepararvi per le difficili ma stupende responsabilità della vita coniugale. Come in alti modi, potete imparare ad amarvi l’un l’altra imbrigliando l’impulso sessuale nella legge dell’amore. Se ami davvero Agata, non toccherai il suo corpo prima del matrimonio. Solo quando, attraverso il matrimonio, le avrai dato il tuo eterno pegno di fedeltà e le avrai promesso di essere responsabile per lei e per i figli nati dalla vostra unione – solo allora avrai il diritto di esprimere il tuo amore per Agata nell’atto sessuale. Dal momento in cui il vero amore significa prendersi la responsabilità dell’altra persona per tutta la vita, l’atto sessuale sarà un’espressione del tuo mutuo amore, solo quando c’è questa condizione.
Il vero amore non muore mai. Non è soggetto ai cambiamenti di emozioni o di umori. Gesù Cristo è l’unico garante di questo amore. Ecco perché il sacramento del matrimonio è così necessario. È la ragione per cui si dovrebbero rimandare le relazioni sessuali. Ricordati che l’amore è la cosa più importante. È l’amore che dona la vera felicità. Ecco perché il sesso deve sottostare alle leggi dell’amore. Come dice la Scrittura: “Tutto mi è lecito,ma non tutto giova. Tutto mi è lecito, ma io non mi lascerò dominare da nulla… Il corpo non è per l’impudicizia ma per il Signore, e il signore è per il corpo…Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Ne farò membra di una prostituta? Non sia mai!...Fuggite la fornicazione!” (1 Cor 6, 12-20). Il dono della sessualità diventerà un vero bene solo quando sarà usato per lo scopo cui è destinato, cioè nel sacramento del matrimonio, secondo la legge d’amore di Cristo. Se ami davvero Agata, aspetterai. Altrimenti distruggerai il vostro amore.
Auguri di cuore a tutti e due, con la speranza che continuerete a credere e aver fede in Gesù Cristo.
precedente   |   prossimo « indietro

Copyright © Wydawnictwo Agape Sp. z o.o. ul. Panny Marii 4, 60-962 Poznań, tel./ fax: 61/ 852 32 82 | tel. 61/ 647 26 86